Passa ai contenuti principali

Srila Paramadvaiti Maharaja: Il Guru e il Sentimento di Amore






Sintesi della classe tenuta da Srila Paramadvaiti Maharaja nell'Agosto del 2009 a Nandafalva, Ungheria.

Sono Stato con il mio Maestro Spirituale solo 6 anni e sono passati come un fulmine. Voi sapete che quando il Maestro Spirituale se ne va da questo mondo, offre la più grande istruzione che può dare ai discepoli. E’ una manifestazione di intenso amore spirituale, non è una relazione superficiale ma è una relazione che va dentro, nel profondo. Una volta presa l’iniziazione il discepolo non vive insieme al Guru. “Io ti do l’iniziazione e poi, ciao, ciao! Ci vediamo più tardi! Tu devi seguire le mie istruzioni. Io non posso stare qui perché devo girare tutto il mondo. Tu invece devi stare qui, devi rimanere a casa tua e mi devi rappresentare”. Ovviamente ci deve essere un periodo di training. Deve essere una transazione mistica; non nella logica materiale, non nella logica del karma, non nella logica del jnànà, ma nel Regno della misericordia senza causa, dell’amore. Dammi amore! Come le canzoni dei Beatles che cantavano dell’amore. Loro sapevano che cos’era la lussuria, ma cantavano dell’amore. I Beatles non erano veramente in grado di capire, però avevano intravisto che cos’era l’amore contrapposto alla lussuria. Io penso che George Harrison con le sue canzoni abbia portato da Krsna forse più di una persona. Tutti amiamo George Harrison perché con le sue canzoni ci ha fatto capire che tutti abbiamo bisogno di amore. Non ci interessa avere dei poteri materiali. Quanto siamo disposti a pagare per avere un Mantra mistico? La prima volta che sono andato da uno yogi mistico, mi ha chiesto denaro per il Mantra. Io ero uno studente e quindi il Mantra che lui vendeva non riuscivo a comprarlo perché non avevo soldi. Quindi, qual è la più grande manifestazione che c’è in questo mondo? E’ l’amore. Noi abbiamo questo da Krsna. Lui ci considera come Sé stesso. Il Suo modo per dimostrarvi amore è quello di mandarvi altri per guidarvi, affinché voi possiate dargli amore a modo vostro. Voi non sapete come il Maestro Spirituale si sente quando fate delle cose sbagliate. Per favore, fate le cose fatte bene! La prima lezione è: non buttate mai giù il morale delle persone. Non buttatevi mai giù. Il padre non ti può buttare giù, il fratello non ti può buttare giù, l’amico non ti può buttare giù. Ogni uomo non può mai buttare giù l’altro. Coloro che non vogliono mai buttare giù le persone, sono coloro che arrivano al punto di rischiare la vita per voi. E’ quello che fanno le madri. Lasciano il comfort, lasciano tutto e rischiano la vita per i figli. Questa è una grande capacità. Le madri non stanno a calcolare il rischio quando vedono il figlio in pericolo, si buttano e basta. Abbandonate il modo di fare basato sui calcoli. Sono i jnàni che calcolano le loro mosse. La Bhakti no, perché la Bhakti è amore. Bhakti significa “non acquisire una mentalità basata sul calcolo”. E’ una filosofia così bella e per me è la filosofia migliore. Molte persone non prendono i Veda come guida principale e prendono come guida filosofi come Kant, Schopenauer, Kirkegard oppure altri filosofi. Questi fanno tante discussioni filosofiche complicate sul mondo, invece Krsna ci ha regalato la fortuna di avere una comprensione così chiara se semplicemente Lo seguiamo. Non c’è niente di così grande in nessun altra filosofia. Questi grandi pensatori hanno dato un po’ di luce ed in qualche modo sono stati i precursori dell’arrivo della conoscenza di Krsna. Nella filosofia c’è sempre un poco di ignoranza e un poco di conoscenza. Questi filosofi, ad esempio, non possono parlare della reincarnazione perché posseggono solo qualche dato, ma non la scienza. A quei tempi era diffusa la cultura Vedica in Romania, in Russia, in Slovenia, infatti ci sono i Veda Russi, i Veda ungheresi. Ci sono tanti messaggi vedici. Anche in Sud America ci sono molte tracce che riguardano la cultura vedica. In Messico, per esempio, conoscono i chapati. Si potrebbe aprire un dibattito se il peperoncino viene dal Sud America o dall’India. Per quello che riguarda le patate, invece, abbiamo un team internazionale. Quindi Krsna ci vuole molto bene ed il Guru ci vede come suoi rappresentanti. Tutta la filosofia viene ridotta al segreto che la nostra missione è che noi dobbiamo fare amicizia. Dobbiamo fare amici per Krsna. Mio padre aveva come minimo 5.000 argomenti difensivi contro gli Hare Krsna. Sadhu Maharaj, per sconfiggere le difese di mio padre, un giorno ha fatto gli omaggi a mio padre. Così a quel punto mio padre si è arreso perché la misericordia dei Vaishnava è veramente incredibile. Quindi bisogna comportarsi bene, fare in modo di essere una brava persona in modo che gli altri possano dire “Sei proprio un bravo ragazzo!” Allora possiamo dare la Bhagavad Gita. Quando date una Bhagavad Gita, le persone possono dare quello che vogliono, anche solo un euro, l’importante è fare amici per Krsna. Questo è il sentimento che voi dovete avere. Come Io vengo qui e vi spingo a fare delle cose, anche voi dovete avere lo stesso sentimento nei confronti delle altre persone. Come fare amicizia? Io penso sempre a come fare amici per Prabhupada. C’è tanta Maya in mezzo a noi, ma dovete pensare che i vostri migliori amici sono i devoti. Dovete pensare che anche se non avete questi sentimenti di amore e di amicizia, se state con i devoti li svilupperete. Perché sono i devoti che ti danno la cura per uscire dal mondo materiale, la cura è il Maha Mantra HARE KRSNA HARE KRSNA KRSNA KRSNA HARE HARE HARE RAMA HARE RAMA RAMA RAMA HARE HARE. Fare amicizia per Krsna è la cosa migliore che si possa fare. Un esempio è LA RIVOLUZIONE DEL CUCCHIAIO. La protezione degli animali è importante perché gli animali e gli uomini hanno un padre in comune ed in questo modo noi impariamo come amare il nostro Padre. Una persona l’altro giorno mi ha chiesto “Cos’è la rivoluzione del cucchiaio?”. La RIVOLUZIONE DEL CUCCHIAIO è innanzitutto dimostrare amore. “IO TI AMO”. Ti amo vuol dire “Io mi voglio prendere cura di te e mi voglio prendere cura della tua salute e mi voglio prendere cura della terra, che è la nostra madre. Non voglio che la terra soffra dei veleni provenienti dalla chimica perché voglio fare di tutto affinché Madre Terra sia felice. Io amo gli animali, amo gli uccelli perché tutto è parte e particella di questo piano di Dio!”. Noi abbiamo molto da imparare dagli animali, basta pensare a come il cane si arrende al padrone. Dobbiamo imparare dai piccioni perché sono molto bravi a ritornare a casa. Noi dobbiamo ritornare a casa da Krsna con la stessa facilità con cui i piccioni tornano al loro nido. Krsna ama gli animali. Krsna canta con le mucche. Canta a Jarikhanda con le tigri, danza con pavoni. Questa è la nostra filosofia di amare gli animali. Krsna ha due cani, Radharani ha i pappagalli. Cani, gatti, hanno tutto, perché l’amore comprende tutti gli esseri. Quindi la devozione e la predica deve essere rivolta a non demoralizzare gli altri e fare amicizia con tutti. Dobbiamo fare così con tutti e non vogliamo che qualcuno ci scappi. Perché dobbiamo lasciare che qualcuno se ne vada? Oggi, quando usciamo fuori per la predica, la cosa principale che dobbiamo chiedere è l’indirizzo e-mail in modo da potergli mandare delle bellissime novità affinché si ricordi di Krsna. Il messaggio di Krsna non deve essere dimenticato. Date anche del Prasadam. E se poi qualcuno vuole sapere di più bisogna dare l’indirizzo del sito. Per esempio, dove ci sono persone che fanno shopping, fate un tavolo nel quale potete distribuire del Prasadam. Fateli amici, fateli amici di Krsna, meglio ancora fateli devoti e meglio ancora fateli predicatori. La mia domanda quando incontro i devoti è sempre questa: “Quante classi hai dato? Stai predicando? Stai ascoltando Guru Maharaj? Dai la classe! Se fai così va bene!”. Noi non facciamo delle canzoni per avere una nuova star come Michel jakson. Io canto per il mio Signore che è anche il tuo Signore. C’è una cosa che è ancora più comprensibile del suono, perché non tutti ascoltano il suono. Il Prasadam che è comprensibile da tutto il mondo. Per vendere qualcosa bisogna essere d’accordo su alcune cose, per cui è importante avere un approccio amichevole. Ad esempio di fronte ad un museo, mentre stai facendo Sankirtan, puoi chiedere “Stai andando al museo? Bene, bello!”. Se non si instaura una buona relazione, si corre il rischio di sentirsi dire “No”, mentre l’unica cosa alla quale può dirti di si, è la risposta alla domandaì :“Vuoi che ti lasci in pace?”. In genere quando andiamo a distribuire il Prasadam la gente ci accoglie con piacere, mentre su altre cose si spaventano. L’idea che dobbiamo avere è che distribuendo Prasadam stiamo nutrendo anche il cuore. Per favore, quindi, non speculate. Ora a Terni abbiamo un centro di predica. Prima a Terni il centro era in campagna, ma i devoti hanno scelto di stare in centro per poter coinvolgere più persone. Questa è una cosa molto bella e questo è il vostro incarico, la predica, sia che tu abbia 8 o 80 anni il tuo incarico non cambia. Se hai amore dallo alla gente; questo è come dare amore a Krsna. Non vi danza il cuore quando sentite dire bene di voi da qualcuno? Il cuore danza quando la gente parla bene di voi e per Krsna è la stessa cosa. Il cuore di krsna danza quando sente i devoti che dicono delle belle cose su di Lui. Krsna è il Supremo amato, il purificatore del mondo, però è felice quando sente i devoti che parlano bene di Lui. Parlare di Krsna deve diventare il nostro lavoro per tutta la vita. Quando vedo un devoto che non riesce a parlare di Krsna io sono triste. Dobbiamo capire che questo è più importante che fare milioni di dollari. Certo è importante che voi facciate milioni di dollari e poi li date tutti a me, così io posso parlare al vostro posto, possiamo fare una radio ed altre cose. E bene inteso, io non voglio milioni di dollari a meno che Krsna non me li affidi, però se voi fate milioni di dollari e non li date a Krsna vi posso garantire che qualsiasi devotino semplice che fa la prassi tutti i giorni al tempio è molto, molto meglio di voi. Se uno pensa: ”sono diventato ricchissimo, sono l’uomo più ricco del mondo come Steve Job, però non li utilizza per Krsna, non servirà a niente. Pensate a Srila Prabhupada che, pur non avendo soldi, è riuscito a mandare tutti i giorni in sankirtan i Suoi discepoli. Anche i ricchi che fanno beneficenza qualcosa di buono lo fanno, però non sono così fortunati come coloro che parlano di Krsna, quella è una cosa che gli manca. Steve Job, il fondatore della Happle, lui andava tutti i giorni a prendere Prasadam. Io l’ho visto al tempio, è simpatico, ma non serve Krsna e potrebbe morire da un momento all’altro. Sadhu Maharaj parla sempre di questo. Chi sono i ricchi? Sono ricchi coloro che hanno Krsna. Krsna vede i devoti e li accetta come sé stesso. Siccome Krsna vede i devoti come sé stesso, un devoto deve avere buone relazioni con tutti perché vede gli altri come sé stesso. Bisogna dare la possibilità agli altri di fare servizio affinché possano migliorare ciò che già è stato fatto. Voi chi pensate di essere se pensate che nessuno possa fare meglio di voi? Bisogna condividere la devozione con gli altri al fine di migliorare ciò che è già stato fatto. Bhaktivinoda Takura dice che un buon predicatore si riconosce da quanti templi apre e da quanta letteratura trascendentale distribuisce. Quindi il fuoco è l’amore ed è questo che noi distribuiamo. La parola Krsna deve essere più famosa della “caca cola”. Voi andate a 4.000 metri di altezza e trovate la caca cola, andate nel deserto, in un posto sperdutissimo e vi portano un vassoio con un po’ di tè e la caca cola. Provate a pensare a queste persone americane che vogliono che in tutto il pianeta si beva la coca cola. Sono determinate a volere questo. E’ una cosa sorprendente. Noi dobbiamo avere la stessa determinazione in modo che tutti conoscano il nome di Krsna. Il capo della coca cola era preoccupato per il fatto che c’era ancora gente che non beveva la coca cola. Allora chiamò tutti i manager affinché escogitassero un’idea che facesse bere la caca cola in tutto il mondo. Uno disse di avere un’idea, ma era costosa. Allora andarono a Roma e chiesero un’udienza con il Papa, al quale dissero “Arriva il capo della caca cola che vuole dare una donazione alla chiesa. Il Papa disse che sarebbe stato molto bello incontrarli. essi dissero al Papa: “Caro Santo Padre, noi abbiamo una richiesta, vi abbiamo portato una piccola donazione, ma possiamo introdurre nel Padre Nostro, “dacci il nostro pane quotidiano ed anche la caca cola?”. Allora il Papa chiamò le guardie svizzere e li buttò fuori. Così li buttarono fuori e questi americani si ritrovarono sul sagrato di piazza San Pietro chiedendosi che cosa avessero fatto di tanto grave. Si domandarono inoltre perché nel Padre Nostro il pane sia stato mantenuto. Quanto è stato pagato per mantenere il pane? Quanti soldi ha dato il fornaio? Andiamo a sentire il fornaio quanti soldi gli ha dato? Quindi voi pensate alla loro determinazione. Noi dobbiamo avere la stessa determinazione nel dare amore. L’unica cosa buona che ho visto della coca cola è la descrizione di quanto è buona per pulire il bagno. Bisogna fare come Prabhupada che ha fatto conoscere Krsna in tutto il mondo. Prabhupada ha fatto una cosa sconvolgente, ha reso Krsna di casa in tutto il mondo. C’è nel mondo tantissima gente che dice: “Tu sei degli Hare Krsna? Che bello!”. Tanta gente ha avuto un bel messaggio. Distribuire amore è un grande impegno. E’ come quando hai dei bambini ai quali non puoi dirgli che stai lavorando troppo per loro. I bambini sono bambini e il lavoro è lavoro. Il nostro impegno, il nostro servizio a Prabhupada è quello di rendere ognuno amico di Krsna. Un simile impegno è abbastanza per rendervi impegnati per tutta la vita e per salvarvi. Questo è meraviglioso! Andate per il mondo e fatte tutti amici vostri, amici di Prabhupada e amici di Krsna e amici dei Vaishnava. Un giorno le cose cambieranno! Quando il corpo dei devoti è trasformato in spirituale allora il devoto comincia a fare servizio alla coppia divina a Goloka.

Commenti

Post popolari in questo blog

Chi siamo

  VRINDA PARIVAR è una istituzione nata con l’obiettivo di risvegliare la coscienza di ogni individuo. Riunisce tutti coloro che si sentono ispirati da un’ideale ecologico-umanitario-spirituale e dal misticismo del nostro divino essere interiore. Per tale motivo invita a partecipare chiunque ne condivida la missione, gli obiettivi e le mete. I membri presenti si compromettono nell’appoggiare in forma morale, spirituale e materiale le seguenti mete e progetti qui presentati: -          Proclamare una coscienza di vita semplice e pensiero elevato -          Cercare di creare una coscienza vegetariana con il fine di stabilire una società libera da una violenza non necessaria contro i nostri fratelli minori, gli animali. -          Creare infrastrutture e preparare individui che aiutino a purificare e sanare la società, ispirandola ad acquisire valori superiori. -          Divulgare un tipo di educazione basata su valori spirituali universali. -          Aiutare ad eliminare pregiudizio e

Cos'è Vrinda?

VRINDA è un Istituto per l'armonia e l'amore universale, fondato nel 1984 da Srila Guru Maharaj Bhakti Aloka Paramadvaiti Swami. Dopo la partenza da questo mondo del suo Maestro Spirituale Srila A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada, il nostro Guru Maharaj Srila B. A. Paramadvaiti Swami ha continuato con fede la missione del suo Maestro e ha istituito nel 1984 la famiglia VRINDA a Vrindavan – India. Oggi VRINDA ha centri in Colombia, Cile, Ecuador, Perù, Argentina, Bolivia, Uruguay, Brasile, Panama, Costa Rica e altri paesi del Centro, Nord America e Europa. VRINDA rappresenta l'ex Scuola Iniziatica dell'India chiamata "Brahma Gaudiya Sampradaya" che ha più di 5.000 anni di esistenza sulla terra. Attraverso i suoi fondatori e i suoi rappresentanti, molte persone in tutto il mondo si sono entusiasmate della missione e si sono rapidamente formati centri affiliati cercando di creare un'integrazione globale sotto i precetti dell'Armonia Universale del Bhakti

Cerchiamo di essere semplici

da un testo di Bhakti Dayita Madhava Maharaj una riflessione di Sua Divina Grazia Srila Bhakti Aloka Paramadvaiti Maharaj Cerchiamo di essere semplici, onesti, ammettiamo i nostri stessi errori, debolezze e imperfezioni. Non comportiamoci in un modo che non tenga conto della corretta etichetta Vaishnava, con particolare attenzione ai devoti anziani. Ricorda sempre che le nostre vite devono essere usate per raggiungere l'obiettivo spirituale finale. Sei venuto alla Coscienza di Krishna sperando di ottenere il Signore e la Sua misericordia. Non prestare attenzione alle prese in giro e alle lodi degli altri. Mantieni costantemente e con cautela la tua attenzione sul tuo obiettivo originario. Cerca di accettare ciò che è favorevole alla bhakti e rifiuta ciò che non lo è. Il nostro protettore e custode è Śrī Kṛṣṇa. Pertanto, ci si deve sottomettere completamente ai Suoi piedi. Una persona arrogante non ha la devozione e la misericordia del Signore. Comprendi il vero valore della tua vit