Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2022

Involtini dell’orto in salsa di pomodoro

  (per circa 20 involtini) Lakshmi devi dasi L’estate scorsa è stata fredda e piovosa e in giardino  prima di luglio non c’era niente da raccogliere. Ma quest’anno il giardino è una giungla! Da fine aprile ha prodotto insalata, spinaci, cime di rapa e barbabietole e ormai ho già piantato per la seconda volta carote, rapanelli bianchi e bietole. INGREDIENTI 20 foglie verdi (bietole, cime di rapa, foglie di zucchine ecc.)   Per la salsa di pomodoro: 1-2 cucchiai di ghi 1 cucchiaino di zenzero sbucciato e grattugiato finemente (spremete il succo e mettetelo da parte) 1/2 cucchiaino di semi di mostarda nera 1 cucchiaino di semi di cumino 1/4 di cucchiaino di polvere 4 pomodori pelati e tagliati a pezzetti 2 cucchiaini di coriandolo macinato 1/4 – 1/2 cucchiaino di cannella in polvere 1/2 cucchiaino di pepe di cayenna macinato 1 cucchiaino di sale rosa 1 cucchiaino di sale nero (il succo dello zenzero) 125 gr. di ricotta   Per il ripieno: 2-3 cucchiai di burro 1/4 di cucchiaino di asafetida

Studio sul Maha-Mantra

  Nel 2017 Caterina Carloni, Psicologa e psicoterapeuta, specializzata in Medicina Psicosomatica presso l’istituto RIZA di Milano, iscritta all’Ordine degli Psicologi del Lazio (8 novembre 1990, n. 1176), ha presentato all’Ordine degli Psicologi del Lazio uno studio finalizzato a verificare il livello di soddisfazione di coloro che praticano la meditazione mediante la recitazione di un certo numero di volte al giorno il mantra: Hare Krishna Hare Krishna Krishna Krishna Hare Hare Hare Rama Hare Rama Rama Rama Hare Hare che può essere recitato ad alta voce, sussurrato o anche solo enunciato mentalmente, nel silenzio della meditazione, ma sempre con la corretta intonazione. Lo studio ha raccolto le testimonianze di 509 persone maggiorenni e residenti in Italia. I benefici dichiarati dagli intervistati, derivati dalla pratica meditativa con il Mahamantra, si collocano su percentuali altissime (95%) e mostrano un andamento crescente, proporzionale alla continuità, alla durata nel tempo e al

Servizio Devozionale

Mese di Kartik 2 Novembre 2008 Sintesi della lezione del mattino tenuta da Srila B.A. Paramadvaiti Maharaja. (dagli appunti di Shyamala D.D.) Il servizio devozionale è fondamentale per superare il limite dei sensi. I sensi sono incontrollabili e l’unico sistema per controllarli è l’attività devozionale, in quanto tutto ciò che riguarda il Signore è puro. Per controllare i sensi attraverso il servizio devozionale è necessaria la disciplina. Le persone in genere si ribellano alla disciplina perché vogliono fare ciò che gli pare. Ad esempio, le persone vogliono andare a caccia per divertirsi, oppure vanno a cercare delle donne. Questo è ciò che fa la gente nel mondo e questo è il loro divertimento. C’è il concetto che tutto va bene se ci si diverte. La società approva questo sistema perché in questo modo c’è qualcuno che ci guadagna e fa molti soldi. In questo mondo tutti adorano i soldi, mentre i diritti umani vengono messi da parte. Figuriamoci i diritti degli animali! DISCIPLINARCI è i

Perché niente aglio né cipolle?

  Questa è una delle domande più frequenti che mi vengono poste: “Perché non mangi né aglio né cipolle?” Ecco la mia risposta in breve: come devoto di Krishna e praticante del Bhakti-yogi, non mangio aglio e cipolle perché non possono essere offerte a Krishna. Ecco la mia risposta più lunga: Dovreste sapere che botanicamente cipolle e aglio fanno parte della famiglia delle Liliacee (allium sativum) insieme a porri, erba cipollina e scalogno. Secondo l’Ayurveda, l’antica scienza medica indiana, gli alimenti vengono raggruppati in tre categorie: sattvici, rajasici e tamasici, ovvero cibi nell’influenza della purezza, della passione e dell’ignoranza. Le cipolle e l’aglio, e le altre piante Liliacee sono classificate come rajasiche e tamasiche, il che significa che aumentano la passione e l’ignoranza. Chi segue la pura cucina brahminica dell’India, incluso me stesso, e i vaishnava, i seguaci del Signore Vishnu, Rama e Krishna, preferiscono cucinare solo i cibi che fanno parte della categor

Vrinda Italia 3/7/2022 presentazione a Guru Paramadvaiti Swami attività Radio Vrinda e Istituto Vrinda Sole e Luna