Passa ai contenuti principali

La ricerca amorevole del servitore perduto

 


Dal libro "La ricerca amorevole del servitore perduto"

di Srila Bhakti Rakshaka Sridhara Deva Goswami.


Nel Brhad-Bhagavatàmrta c'è scritto che una volta, mentre Krishna e le mucche tornavano dalla foresta di Vrindavana al calar del giorno, un ragazzo che aveva appena raggiunto l'emancipazione spirituale, stava entrando a Vrindavana come pastorello (sàkhya-rasa).

Vedendo quel Suo servitore che si era perduto da lungo tempo, Krishna lo abbracciò ed entrambi persero i sensi per l'estasi. Tutti gli altri pastorelli amici di Krishna erano meravigliati: "Che significa tutto ciò? Com'è possibile che Krishna abbia perso i sensi nell'abbracciare questo nuovo venuto?". Allora, mentre tutti loro erano intenti a osservare la scena stupefatti, arrivò Balarama che in un modo o nell'altro si diede da fare per destare Krishna.

Krishna allora si rivolse al Suo amico con grande affetto:


"Perchè sei stato lontano? Perchè hai vissuto così a lungo lontano da casa? Come hai potuto?

Com'è stato possibile che tu abbia tollerato di essere separato da Me?

Te ne sei andato e hai trascorso vite e vite senza di Me.

Io so a quante traversie sei andato incontro per ritornare da Me.

Mi hai cercato ovunque e hai mendicato di casa in casa. Sei stato umiliato da molti e molti ti hanno messo in ridicolo. Hai versato lacrime per Me. So tutto questo perchè ero con te. Adesso dopo grandi difficoltà, sei tornato a Me".


In questo modo Krishna si rivolse a quel Suo servitore smarritosi tanto tempo prima, dandogli così il benvenuto. Quando tornò a casa lo fece sedere accanto a Sè per prendere prasadam insieme. E' in questo modo che un nuovo arrivato viene accolto con grande serietà da Krishna stesso.

Così la ricerca del Signore per i Suoi servitori perduti è una ricerca amorevole; non è un fatto ordinario e viene dal cuore. Il cuore del Signore non è un cuore ordinario. Chi può comprendere appieno in quale tipo di ricerca Egli sia impegnato? Sebbene Egli sia completo sotto ogni aspetto, ciononostante prova dolore per la separazione da ognuno di noi, per quanto piccoli si possa essere. A dispetto della Sua posizione Suprema, ha un posto per noi in un angolo del Suo cuore pieno d'amore.

Questa è la natura dell'Infinito. L'autocrate assoluto, il bene assoluto, Krishna.

Commenti

Post popolari in questo blog

Chi siamo

  VRINDA PARIVAR è una istituzione nata con l’obiettivo di risvegliare la coscienza di ogni individuo. Riunisce tutti coloro che si sentono ispirati da un’ideale ecologico-umanitario-spirituale e dal misticismo del nostro divino essere interiore. Per tale motivo invita a partecipare chiunque ne condivida la missione, gli obiettivi e le mete. I membri presenti si compromettono nell’appoggiare in forma morale, spirituale e materiale le seguenti mete e progetti qui presentati: -          Proclamare una coscienza di vita semplice e pensiero elevato -          Cercare di creare una coscienza vegetariana con il fine di stabilire una società libera da una violenza non necessaria contro i nostri fratelli minori, gli animali. -          Creare infrastrutture e preparare individui che aiutino a purificare e sanare la società, ispirandola ad acquisire valori superiori. -          Divulgare un tipo di educazione basata su valori spirituali universali. -          Aiutare ad eliminare pregiudizio e

Cos'è Vrinda?

VRINDA è un Istituto per l'armonia e l'amore universale, fondato nel 1984 da Srila Guru Maharaj Bhakti Aloka Paramadvaiti Swami. Dopo la partenza da questo mondo del suo Maestro Spirituale Srila A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada, il nostro Guru Maharaj Srila B. A. Paramadvaiti Swami ha continuato con fede la missione del suo Maestro e ha istituito nel 1984 la famiglia VRINDA a Vrindavan – India. Oggi VRINDA ha centri in Colombia, Cile, Ecuador, Perù, Argentina, Bolivia, Uruguay, Brasile, Panama, Costa Rica e altri paesi del Centro, Nord America e Europa. VRINDA rappresenta l'ex Scuola Iniziatica dell'India chiamata "Brahma Gaudiya Sampradaya" che ha più di 5.000 anni di esistenza sulla terra. Attraverso i suoi fondatori e i suoi rappresentanti, molte persone in tutto il mondo si sono entusiasmate della missione e si sono rapidamente formati centri affiliati cercando di creare un'integrazione globale sotto i precetti dell'Armonia Universale del Bhakti

Cerchiamo di essere semplici

da un testo di Bhakti Dayita Madhava Maharaj una riflessione di Sua Divina Grazia Srila Bhakti Aloka Paramadvaiti Maharaj Cerchiamo di essere semplici, onesti, ammettiamo i nostri stessi errori, debolezze e imperfezioni. Non comportiamoci in un modo che non tenga conto della corretta etichetta Vaishnava, con particolare attenzione ai devoti anziani. Ricorda sempre che le nostre vite devono essere usate per raggiungere l'obiettivo spirituale finale. Sei venuto alla Coscienza di Krishna sperando di ottenere il Signore e la Sua misericordia. Non prestare attenzione alle prese in giro e alle lodi degli altri. Mantieni costantemente e con cautela la tua attenzione sul tuo obiettivo originario. Cerca di accettare ciò che è favorevole alla bhakti e rifiuta ciò che non lo è. Il nostro protettore e custode è Śrī Kṛṣṇa. Pertanto, ci si deve sottomettere completamente ai Suoi piedi. Una persona arrogante non ha la devozione e la misericordia del Signore. Comprendi il vero valore della tua vit